Ciao caro lettore quello che leggerai in questo articolo ti sembrerà al quanto folle e magari dirai che chi l’ha scritto si è inventato tutto,

ma ti posso assicurare purtroppo che non è affatto così e, gentilmente la persona in questione ovvero Paolo Ornella che lo trovi sui social e mi ha dato l’autorizzazione per divulgare e farne un articolo, dove spiega minuziosamente cosa gli è capitato alla sua povera nonnina che ( gli hanno detto che è morta per COVID), quando invece non è proprio vero.

Scrivo anche questo articolo per poter in qualche modo far riflettere a tutte le famiglie che purtroppo hanno perso in questi periodi un familiare, amico etc…e faccio appello proprio a loro per fargli capire e dire che quello che è stato detto anche a loro, dai medici, anche dalle persone che fanno le autopsie, etcc…non è verità, ma gli è stato negato e tolto il diritto di sapere la verità…ovvero di quale malattia purtroppo è morto la persona.

Fino adesso anche io stessa, oltre a vedere video che lo dichiaravo e vedere quello che scrivevano, ho potuto averne ancora più conferma parlando con una ragazza qui a Malta, dove mi ha raccontato che gli era successa la stessa cosa…ovvero gli avevano detto il suo medico, che era morto per covid…ma lei fortunatamente non ci aveva creduto e ha chiesto di mostrargli le carte e cosa aveva scritto…infatti nel foglio c’era scritto che era morto di tutt’altro…ma aveva anche aggiunto morto per COVID- 19 quando non era affatto vero…e il suo medico ha risposto che doveva scrivere così perchè obbligato dai piani superiori a scrivere così…(perchè è diventato un business e per ogni persona che scrivono covid, guadagnano 3000 euro a paziente, detto e visto in un video di un ragazzo in Brasile) azz…NON E’ ASSOLUTAMENTE UNO SCHERZO quello che scrivo, anche perchè NON MI PERMETTEREI MAI, E DICO MAI SCRIVERE cazzate sulle persone decedute, ma anche di raccontarle a tutti gli altri.

Anche altre persone che lavorano in ospedale mi hanno confermato che non sapendo come prendere il virus hanno effettuato cure sperimentando sui pazienti…poi ha dichiarato che secondo questa persona c’è stato un terrorismo mediatico che ha causato affollamento e disorganizzazione negli ospedali perchè impreparati. Che poi gli intubavano mettendoli a pancia in giù e con l’ossigeno puro che facendo così ustionano i polmoni causando poi la morte dei pazienti. Poi tutte le altre persone morte di altre patologie, perchè venivano presi in carico solo col COVID. Poi ha anche affermato che…i morti c’erano prima e ci saranno dopo il covid e  per altre patologie. Etc…insomma hanno usato terapie errate e, a mio parere se vedi che ti muoiono diversi pazienti e vedi che la cura è sbagliata…non ti viene in mente di cambiare rotta? Se io vedo che andare su questa direzione non funziona, ma sbaglio, cambio metodo, cura…ma non continuo così all’infinito nel far morire le persone così…

Ecco qui di seguito riportata la testimonianza vera, senza censura…

Buon pomeriggio a tutti. Oggi dopo una lunga riunione di famiglia, sono venuto a conoscenza di una probabile azione legale, che si vorrebbe intentare, con base la richiesta di autopsia della salma di mia nonna. I documenti in nostro possesso non possono essere pubblicati (x il momento) ma posso raccontare il trascorso. 98 anni ,non più accudibile in casa. Dopo tante riflessioni e pensieri malinconici si decide per il ricovero in una struttura attrezzata,vicino casa nostra. La nonna viene ricoverata e da subito ci rendiamo conto che la struttura è ben organizzata con personale preparato, cortese e sempre disponibile. La pulizia è di standard ottimi, il cibo buono e a completare il tutto un’ottima animazione. La nonna sembra poco presente ma stupisce sempre tutti quando, a tratti ci fa capire che comprende tutto. La struttura si trova ad Imperia, Oneglia
. La nonna sta bene, gli esami buoni e le visite giornaliere danno sempre ottimi riscontri, tranne un po’ di colesterolo ( è golosa di formaggi) comunque tutto procede x il meglio. La nostra presenza costante rende tutto più gradevole. Scoppia il lockdown….. Fermi tutti. Visite sospese. Due telefonate al giorno ci rassicurano sul suo stato di salute. Poi la comunicazione che è stata trasferita di stanza ed è stata messa con persone sane come lei. Negativa ai test covid , tutto sembra procedere x il meglio. Una mattina la telefonata che mai avrei voluto ricevere. La nonna ha avuto un collasso, mi dice il medico della struttura, il cuoricino ha fatto tutti i suoi km. La tristezza ed il dolore x non poter stare con lei gli ultimi attimi è fortissimo. Chiediamo varie soluzioni ( visita con tute, camera isolata….) Ma tutto ci viene negato. Il pomeriggio la nonna si spegne. Non è possibile raggiungerla neanche in camera mortuaria. L’impresa ,che ci ha seguito, ha fatto tutto in modo esemplare , con una sensibilità che poche volte ho visto in vita mia. Chiusa in un sacco, con appoggiato scopre il suo rosario, viene adagiata nella cassa e portata al cimitero x la funzione, dove possiamo assistere io e mia madre. Non ci viene restituito nulla ,di ciò che aveva con se , neanche delle foto a noi care. Il covid l’ha stroncata. Ma come???? Il cuore non ha raggiunto i suoi km????? Tutto blindato. La gentilezza degli infermieri che rispondevano a telefono e ci rassicuravano è svanita , perchè al loro posto ora ci sono gli uffici, la burocrazia il non voler parlare. Ma di cosa è mancata? Stava bene. Era con i sani, non era infetta. E le sue cose? Foto, abiti nuovi, camice da notte appena comprate, dove sono (non che ci interessi l’oggetto ma è roba nostra) dov’è finita???? Bruciata? Dove, quando e perché se era sana? Perché no all’autopsia? La verità? Quante domande!!!??? Cuore o covid? Prima cuore e poi covid!!!!!! Tutte le info date x telefono, in quel periodo erano rassicuranti, ma date x telefono, solo x telefono. Che dolore, che strazio. Neanche una messa , che avrebbe raccolto decine e decine di persone. Una come lei, amata e rispettata, una che ha fatto la guerra, che ha combattuto la fame, le bombe,che è diventata maestra ed insieme a tanti come lei hanno fatto grande questo paese. Una di quelle che piangeva quando sentiva il nostro inno. Una così, buttata in un sacco, lontana dai suoi affetti , dai suoi amori. Solo per un gioco politico-mafioso. Maledetti, perchè questo siete, banditi mafiosi. Avete ucciso migliaia di cuori, di storie,di famiglie con una farsa che ha portato solo soldi nei vostri portafogli. Che siate maledetti. Paolo Ornella

Quando ho letto la testimonianza di Paolo Ornella che ringrazio ancora infinitamente per aver condiviso la sua esperienza, mi vengono da porre delle domande che poi sicuramente Paolo spero saprà risponderci, ovvero…

  • Perchè dopo è stata trasferita di stanza ed è stata messa con persone sane come lei, perchè prima dov’era?
  • da che cosa è dipeso il collasso che ha avuto la nonna se stava bene? guardando e documentandomi su interne dice che chi ha un collasso è per lo stress o sotto sforzo o per uso di farmaci…quindi che sforzo e che stress aveva se era in una struttura e stava bene? Che medicine ha preso? Se ha preso delle medicine è per qualche motivo valido non penso gliele davano così, spero…
  • Perchè quando gli chiedevano cosa fosse successo nessuno gli rispondeva, dava risposte giuste, vere? tutti tacevano?
  • Per quale motivo non gli hanno restituito i vestiti, etc, come dice anche Paolo? Non ci viene restituito nulla ,di ciò che aveva con se , neanche delle foto a noi care. Il covid l’ha stroncata. Cosa alquanto strana non vi pare? a chiunque persona quando muore, gli restituiscono i vestiti, gli ori, etc…perchè si sa, come mai a loro no?

 

E tu caro lettore dopo aver letto la testimonianza di Paolo, che dubbi, domande ti poni? Cosa ne pensi al riguardo? Io sinceramente sono rimasta scioccata e tu?

Scrivimelo nel commento così poi gliele pongo.

PS: Poi faccio di nuovo appello per tutte le persone che purtroppo hanno perso in questo periodo il proprio caro ma non per covid, ma l’hanno fatto risultare lo stesso, di farsi avanti e di raccontare ciò che gli è successo, senza avere paura…perchè bisogna parlare non nascondersi e si deve sapere la verità per il bene dei nostri cari.

Detto questo appena avrò altre informazioni utili da parte di Paolo ve le comunico.

Intanto vi auguro buone vacanze e a presto.

Grazie per avermi seguita fino a qui e riflettete e meditate su questo che vi ho appena detto, anche se siete in vacanza, non abbassate mai la guardia, ma accendete il cervello e informatevi anche voi altrove, ma non nei tg che di certo se vuoi avere chiarezze e informazioni, non le troverai.

Chiara Talin

www.maltaforever.com

 

Condividi su:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *