“MELODIE PER L’ANIMA: L’intervista Esclusiva a Luka Zotti, Maestro della Musica Meditativa”(con finale musicale dove suona e canta)

Eccomi qui dopo qualche mese, sono ritornata a realizzare interviste a personaggi contro il Sistema e le imposizioni che ci hanno fatto, dopo l’intervista realizzata ad un musicista, saxofonista, ecco qui un’altra persona che fa parte del mondo musicala, però nell’ambito della musica meditativa, che in questi anni fa davvero la differenza e ci aiuta.

Grazie all’aiuto di una mia amica, mi ha appunto dato il suo contatto e dopo svariati mesi, ( dovuti a impegni sia miei, perchè ero presa alla realizzazione del mio ultimo libro che trovi su Amazon ” Voci ribelli….”, e sia per impegni suoi), non ci riuscivamo a trovare e fissare una data, ma adesso finalmente ci siamo accordati per l’intervista.

E’ stata una bella intervista, importante, riflessiva e, alla fine dell’intervista il mio ospite ci ha dedicato un momento musicale suonando due strumenti, la chitarra e l’ handpan quindi ti invito a vederla fino alla fine. Di chi parlo? Lui si chiama Luka Zotti, ma chi è Luka Zotti?

E’ un creatore di musica spirituale che vive in sintonia con gli insegnamenti dello yoga. La sua vita è un costante viaggio di ricerca interiore ed esplorazione del mondo che gli circonda. Attraverso la pratica dello yoga e della meditazione, integra la consapevolezza, la tranquillità e la connessione con il suo essere interiore. Questo percorso di auto-esplorazione si riflette nella sua musica, dove traduce le esperienze vissute, le emozioni profonde e le connessioni spirituali in forme artistiche. La sua arte diventa un mezzo per condividere la bellezza e la profondità di ciò che ha scoperto dentro di se e nel mondo esterno. La creazione musicale diventa così un’espressione autentica del mio vissuto spirituale, una testimonianza di trasformazione personale e una condivisione di ispirazione con chiunque possa connettersi con questa dimensione spirituale attraverso la sua arte.

Ma che domanda gli avrò posto a Luka? Scoprilo qui…eccone alcune…

 

 

EVVIVA LA VITA, EVVIVA LA MUSICA, EVVIVA LA GIOIA NEL CUORE!

  1. Chi è Luka Zotti e di cosa ti occupi?
  2. Come e perché hai deciso di diventare musicista, qual’é stata la molla che ti è scattata dentro?
  3. Visto che sei musicista ed è la tua passione, sicuramente in questi anni avrai sofferto molto a causa delle restrizioni come lockdown, etcc? Raccontaci come hai vissuto tu in questi anni?
  4. Visto che sei un musicista e il tuo lavoro è soprattutto quello di stare in contatto col pubblico, di fare i tour quanto ti è mancato tutto questo, quindi il calore umano?
  5. Negli anni trascorsi, ma forse se ne parla ancora del coso(covid) 19, tu cosa ne pensi al riguardo?
  6. Perché sei contrario al sistema? Come hai capito che c’era qualcosa che non quadrava?
  7. Visto che esistono tanti strumenti musicali, te come hai fatto a capire che quello strumento ti apparteneva e ti piaceva suonare, rispetto ad un altro?
  8. Qual’ é il brano che quando lo suoni lo senti tuo?
  9. Perché hai scelto di suonare musiche sul genere meditativo, piuttosto che altri generi musicali?
  10. quanto è importante, secondo te, ascoltare musiche meditative nei momenti difficili come quelli che abbiamo vissuto in questi anni? L’energia della musica può salvare le difficoltà che attraversiamo nell’arco della vita?
  11. e molte altre…

Per seguire anche Luka sui Social etc..https://www.facebook.com/lukazotti   oppure il suo sito web: https://www.lukazotti.com/

Grazie per avermi seguito ancora in questa intervista.

Chiara Talin

www.maltaforever.com

PS: per acquistare il mio nuovo libro ” VOCI RIBELLI STORIE E RAGIONI DI CHI HA SCELTO DI DIRE NO AL SISTEMA” clicca qui

https://www.amazon.com/VOCI-RIBELLI-RAGIONI-SISTEMA-Italian/dp/B0CPXKWSHL/ref=tmm_pap_swatch_0?_encoding=UTF8&dib_tag=se&dib=eyJ2IjoiMSJ9.rc_mxwTBUd0m87BF1jfvR4lwFtPO8VYKWgPUSuj7KsTkKvvOpO8XezbdibK1nAMxd_8vwLMwqS1gARuiyKFVLE6gVTMAjLMyg19hRHrtu5eZBlHt4YRTezEPVZXHeob8.3cPLUL2ewTQQf2fY6Ns4397JvrI0dxDt8txyOJFqB00&qid=1708452091&sr=8-1 

 

 

Condividi su:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *