Ciao per quale motivo oltre il 30% della popolazione maltese è fatta di italiani?

Con oltre il 70% di pressione fiscale in Italia… la vera domanda sarebbe perché continuare a restare in Italia?

 

·         per pagare meno tasse,

·         per trasferire la propria attività e azienda a Malta,

·         per studiare e perfezionare l’inglese,

·         perchè è vicino all’Italia,

·         per trovare lavoro che in Italia non si trova,

·         perchè c’è il mare stupendo,

·         etcc…

http://copygirlonline.com/Sales/l-d-v-come-trasferire-a-malta-senza-stress-la-tua-azienda/

 

Come vedi sono tante e diverse le motivazioni che inducono ogni italiano a trasferirsi qui a Malta. I motivi principali sono: vivere sereni e tranquilli, pagare meno tasse, che rispetto all’Italia sono davvero minori, trovare un lavoro, oppure aprire la propria attività qui, in quanto molto più conveniente.

Anche noi fino a qualche anno fa, quando vivevamo in Italia,eravamo in balia degli eventi, ovvero avevamo un lavoro, però non ci dava mai la certezza al 100% che sarebbe stato nostro per sempre.

 

Non eravamo contenti e nemmeno soddisfatti di quello che facevamo, volevamo qualcosa di diverso… volevamo cambiare aria, dare un taglio alla vecchia vita.

 

Quando vivevamo in Italia, lavoravamo sia offline che online seguendo i vari clienti, però la vita era molto più costosa, perchè dovevamo come tutti gli italiani:

  • Pagare l’affitto (In Italia gli affitti costano molto anche scegliendo zone periferiche)
  • Pagare le bollette della luce, gas, riscaldamento, sempre care
  • Comprare i viveri per poterci cibare, sia noi che i nostri gatti (immaginate per chi ha figli!)
  • Pagare le troppe tasse
  • Vivere nell’ inquinamento.

Quindi alla fine del mese eravamo con l’acqua alla gola, con l’ansia che il capo pagasse puntualmente.

Se i pagamenti ritardavano di qualche settimana, o addirittura mesi, la vedevamo grigia. Le bollette arrivano puntuali e bisogna pagarle, idem per l’affitto e tutte le altre spese inerenti la casa, diversamente si rischiano lo sfratto e il distacco delle utenze.

 

Tutte queste preoccupazioni che avevamo (le vivono ancora oggi gli italiani che sono in Italia, quindi so come si sentono e in che condizioni sono), ci portavano ad essere sempre in balia degli stessi problemi.

Non vivevamo quasi mai tranquilli e, nonostante lavorassimo, non riuscivamo a mettere da parte nulla per il nostro futuro, detto da noi italiani tutto questo non è per niente bello e promettente.

 

Fino a quando un bel giorno tutto cambiò…

http://copygirlonline.com/Sales/l-d-v-come-trasferire-a-malta-senza-stress-la-tua-azienda/

Scopri cosa ci è successo…

Ciao da

Chiara Talin

www.maltaforever.com

 

Condividi su:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *